Forse Murphy non aveva tutta ‘sta ragione…

 
 
"Se qualcosa può andare male, lo farà".
 
Con questo postulato Arthur Bloch inizia il suo celebre manuale di Murphologia, una incredibile raccolta di frasi che ci fanno riflettere sul fatto che quando la sfiga ci si mette contro è praticamente impossibile sfuggirle.
Certo, Bloch (e Murphy) era certamente un pessimista cosmico ma c’è qualcosa che ci fa capire che forse era anche un tantino egoista.
Spesso è facile attribuire la colpa delle nostre disavventure a qualcun altro, alla sfiga in questo caso, tante altre volte però sarebbe il caso di evitare di lavarsi la coscienza e di riflettere meglio.
 
"Chi è causa del suo mal pianga se stesso".
 
Ecco, adesso penserete che sono in fase di auto-commiserazione.
No.
Certo, questa riflessione nasce dall’esperienza personale, è ovvio.
Penso infatti che tante volte quella che noi definiamo sfiga è la diretta conseguenza di nostri atteggiamenti poco prudenti o poco corretti nei confronti della realtà con cui ci relazioniamo.
Non lamentiamoci se una nostra scelta palesemente sbagliata, o quantomento azzardata o affrettata causerà una incredibile serie di reazioni a catena. Certe volte prima di compiere certe azioni sarebbe bene contare fino a cento perchè queste potrebbero innescare lo svilupparsi di circostanze che per noi sarebbero incontrollabili generando così sconforto e frustrazione.
 
Ora, dato per scontato che la maggior parte delle volte noi stessi siamo la causa dei nostri problemi, non voglio affermare che Murphy fosse uno sconsiderato, anzi, la sua teoria è talmente vera che finisce per diventare inevitabilmente l’amplificatore delle nostre disgrazie.
 
E, attenzione, non dimenticate mai la quarta legge di Finagle:
"Una volta che si e’ pasticciato qualcosa, qualsiasi intervento teso a migliorare la situazione non fara’ altro che peggiorarla."
Annunci

Pubblicato il 16 aprile 2007 su Riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. L\’auto-commiserazione (o meglio nota come "piangersi addosso") di cui fai accenno tu enrì, a mio parere, la vedo solo come un\’incapacità della nostra mente di fermarsi per un\’attimo, guardarsi attorno, analizzare ciò che ha combinato e dire: "Cazzo, ho fatto un bel casino, forse è meglio trovare una soluzione per uscirne!" perchè, se si hanno avuto i coglioni per mettersi in una determinata situazione, credo che la cosa migliore da fare, sia tenerli ancora stretti tra le mani, trattenere il respiro (non troppo!) e riportare tutto nella situazione di equilibrio, che sicuramente non sarà mai più quello iniziale, ma nessuno può negare che potrà essere anche migliore!   
    Tutto questo per arrivare a citare un\’altro corollario:
    "Sbagliando, s\’impara!"Se ne sente parlare anke più volte in un solo giorno, ma hai mai fatto caso, in quale modo?
    Tutti si sentono dei grandi pronunciando questa frase, si, ma solo per dare la lezione agli altri!
    E non solo, questa stessa frase premette che l\’errore sia già stato compiuto,"Certe volte prima di compiere certe azioni sarebbe bene contare fino a cento perchè queste potrebbero innescare lo svilupparsi di circostanze che per noi sarebbero incontrollabili generando così sconforto e frustrazione." (parole tue)
    Anche io faccio molte cazzate, e sicuramente non smetterò mai di farle, però, ogni giorno che passa cerco di essere sempre un tantino più attento alle azioni che compio o alle cose che dico, dato che noi tutti siamo un sistema che va avanti grazie alle relazioni che ci uniscono, e un errore mio si ripercuote su buona parte delle persone che mi sono affianco. "Penso infatti che tante volte quella che noi definiamo sfiga è la diretta conseguenza di nostri atteggiamenti poco prudenti o poco corretti nei confronti della realtà con cui ci relazioniamo."
    Se tutti imparassimo davvero a contare sino a cento…  
     
    E, attenzione, non dimenticate mai la quarta legge di Finagle:"Una volta che si e\’ pasticciato qualcosa, qualsiasi intervento teso a migliorare la situazione non fara\’ altro che peggiorarla."
    Questa affermazione potrebbe anche esser vera ma data la sua relatività, sinceramente mi sento di bocciarla.
     

    (non è una lezione, ma leggendo il tuo messaggio mi sono sentito di dire la mia, è solo un mio pensiero!)
    (di solito non parlo così apertamente speriamo sia gradito!)
     
    ciao ciao 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: